top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreFelici Molti

I vincitori del Premio Internazionale di Critica Cinematografica Vito Attolini 2023

IL PREMIO VITO ATTOLINI 2023

 

Si è conclusa la IV edizione del Premio Internazionale di Critica Cinematografica Vito Attolini 2023 nell’ambito del Festival Conversazioni – La letteratura è di scena, promosso dall’Associazione culturale Felici Molti e dalla testata online Polytropon Magazine con il patrocinio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI).

 

Il Premio nasce dalla volontà di Irene Gianeselli (critico cinematografico del SNCCI, Polytropon Magazine, dottoranda Uniba) di tenere viva la memoria del maestro della critica cinematografica Vito Attolini (Bari, 20 dicembre 1931 – 11 dicembre 2017), storico del Cinema, decano del SNCCI, giornalista pubblicista e docente di Uniba.

 

Il Premio è sostenuto moralmente da Maria Mazzoni Attolini che concede l’intestazione e la dedica a Vito Attolini all’Associazione culturale Felici Molti in modo esclusivo.

 

La Giuria è composta da docenti dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, critici e giornalisti del SNCCI, amici e colleghi di Vito Attolini. Poiché il Premio nasce con la specifica vocazione di accrescere lo scambio generazionale e di valorizzare e confermare la presenza della scuola barese di critica cinematografica, letteraria e teatrale, saranno le voci storiche a premiare gli elaborati più originali e pertinenti rispetto ai temi proposti e alle tecniche di scrittura.

 

I giurati di questa edizione sono (in stretto ordine alfabetico): Giandomenico Amendola, Giose Brescia, Irene Gianeselli, Pasquale Guaragnella, Anna Pennella. Il Bando della V Edizione sarà pubblicato nella primavera del 2024 e gli elaborati dei vincitori saranno disponibili su Polytropon Magazine a partire da giugno 2023.

I vincitori delle categorie Under 35 e Over 35 riceveranno un abbonamento annuale alla rivista CineCritica del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI).

 

 

I VINCITORI DELLA IV EDIZIONE DEL PREMIO


CHIARA ALESSANDRO (2000) da Reggio Calabria è vincitrice della sezione recensione Under 35 con “Storie di chi fugge ma non parte mai: A Chiara e il nuovo coming-of-age italiano” per il tema “Visioni dal Sud e del Sud”.


GIORGIO AMADORI (2001) da Milano è vincitore della sezione recensione Under 35 con “Cinema magistra vitae: Les Pires di Lise Akoka e Romane Gueret” per il tema “Pedagogia e didattica.


GIACOMO DE RINALDIS (1992) da Lecce è vincitore della sezione saggio breve Under 35 con “L’immagine-suono di Yorgos Lanthimos” per il tema “Il suono del Cinema: musica, immagini e immaginario” .

 

Comments


bottom of page