Cerca

Con gli occhi di Isidoro: il 19 dicembre un workshop di Enrico Ianniello

l'incontro è organizzato nell’ambito della rassegna universitaria TeatralMente, il lessico delle Emozioni


Come nasce e si sviluppa un personaggio? Come si costruisce l’ambiente in cui si muove? Come si scelgono una lingua, uno stile?


L’attore e scrittore Enrico Ianniello incontrerà gli studenti dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” nell’ambito della rassegna TeatraLmente il Lessico delle Emozioni ideata e diretta dalla Prof.ssa Stella Castellaneta: un workshop, pensato in collaborazione con l’Associzione culturale Felici Molti, arricchito dalla lettura scenica del suo romanzo d’esordio La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin (Feltrinelli Editore) per raccontare la misteriosa bottega dello scrittore-attore.

Enrico Ianniello dopo aver studiato alla Bottega Teatrale di Vittorio Gassman, affronta un breve periodo di formazione con Leo de Berardinis prima di iniziare la collaborazione – ancora attiva – con la compagnia Teatri Uniti. Prende parte agli spettacoli di Toni Servillo (Misantropo, Tartufo, Le false confidenze, Sabato, Domenica e Lunedì) e costituisce, insieme a Tony Laudadio e Andrea Renzi, un piccolo gruppo di ricerca sui testi contemporanei che porta in scena Rosencrantz e Guildenstern sono morti, Pinocchio, Santa Maria d’America, Tradimenti. All’attività di attore affianca quella di traduttore, mettendo in scena in Italia con grande successo le sue traduzioni di Jordi Galceran, Jordi Casanovas, LLuisa Cunillé e Pau Mirò (Chiòve, Giocatori), vincendo inoltre i più importanti premi teatrali nazionali. Dal 2010 è il volto del commissario Nappi nella popolare fiction Un passo dal Cielo giunta alla quarta stagione e negli ultimi anni la sua presenza in fiction televisive di successo si è moltiplicata (Come fai sbagli, Caruso, I 57 giorni, Le due leggi, La vita che corre, C’era una volta Studio Uno, L’Aquila grandi speranze). Al cinema ha lavorato con Nanni Moretti (Habemus Papam, Mia Madre). Nel 2015 esce per Feltrinelli il suo primo romanzo La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin (Premio Campiello Opera Prima, Premio John Fante, Premio Cuneo Opera Prima, Premio selezione Bancarella).


Written by #RedazioneFeliciMolti

© 2020 by Associazione culturale Felici Molti created with Wix.com

Il logo dell'Associazione è opera di Irene Gianeselli