Vito Attolini II Edizione.png
  • Facebook
  • Instagram
vito attolini.jpg

Ricerca e formazione

Nasce nel 2020 il Premio internazionale di critica cinematografica Vito Attolini nell’ambito del Festival Conversazioni – La letteratura è di scena, promosso dall’Associazione culturale Felici Molti e dalla testata online Polytropon Magazine, in collaborazione e con il sostegno di Apulia Film Commission, della Regione Puglia e della Mediateca Regionale Pugliese e con il patrocinio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI).

Il Premio nasce dalla volontà di Irene Gianeselli (critico cinematografico del SNCCI, Polytropon Magazine) di tenere viva la memoria di un maestro della critica cinematografica qual è Vito Attolini (Bari, 20 dicembre 1931 – Bari, 11 dicembre 2017), storico del Cinema, decano del SNCCI, giornalista pubblicista e docente dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

Il Premio è sostenuto da Mariolina Mazzoni Attolini che presiede la Giuria composta da (in stretto ordine alfabetico): Giandomenico Amendola, Gianni Attolini, Raffaele Cavalluzzi, Pasquale Guaragnella, Oscar Iarussi, Egidio Pani.

II EDIZIONE - 2021

banner premio attolini 2021.png

I EDIZIONE - 2020

banner premio attolini 2020.png

Chiara Bardella (2 agosto 1998) dall’Emilia Romagna vince la sezione saggio breve con l’elaborato “Il documentario di Cecilia Mangini e la collaborazione con Pier Paolo Pasolini” scegliendo il tema Documentario, documentari.

chiara bardella facebook 2.png

Sara Perniola (20 settembre 1992) dalla Puglia vince la sezione saggio breve con l’elaborato “Vito Attolini e Pier Paolo Pasolini: un desiderio di passato” scegliendo il tema La Storia nel Cinema.

sara perniola facebook 1.png

Luigi Palma (15 luglio 1996) dalla Puglia vince la sezione con l’elaborato “Visioni emergenti: La terra dell’abbastanza dei fratelli D’Innocenzo” scegliendo il tema Visioni emergenti: il Cinema degli Anni 2000.

luigi palma facebook 3.png