Cerca

L'evento unico di Conversazioni: il 16 dicembre 2021 è dedicato alla I Edizione del Premio Attolini

Sarà la Mediateca Regionale Pugliese ad accogliere la Giuria del “Premio Internazionale di Critica Cinematografica Vito Attolini” che, giovedì 16 dicembre 2021 alle 17, premierà le vincitrici e il vincitore della I Edizione.

Chiara Bardella (2 agosto 1998) dall’Emilia Romagna vince la sezione saggio breve con l’elaborato “Il documentario di Cecilia Mangini e la collaborazione con Pier Paolo Pasolini” scegliendo il tema Documentario, documentari. Sara Perniola (20 settembre 1992) dalla Puglia vince la sezione saggio breve con l’elaborato “Vito Attolini e Pier Paolo Pasolini: un desiderio di passato” scegliendo il tema La Storia nel Cinema. Luigi Palma (15 luglio 1996) dalla Puglia vince la sezione con l’elaborato “Visioni emergenti: La terra dell’abbastanza dei fratelli D’Innocenzo” scegliendo il tema Visioni emergenti: il Cinema degli Anni 2000.


Il Premio nasce dalla volontà di Irene Gianeselli (critico cinematografico del SNCCI, giornalista per Polytropon Magazine e presidente dell’Ass.ne Felici Molti) di tenere viva la memoria di un maestro della critica cinematografica qual è Vito Attolini (Bari, 20 dicembre 1931 – 11 dicembre 2017), storico del Cinema, decano del SNCCI, giornalista pubblicista e docente dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari.

La Giuria è composta da docenti dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari, critici e giornalisti del SNCCI, amici e colleghi di Vito Attolini. Poiché il Premio nasce con la specifica vocazione di accrescere lo scambio generazionale e di valorizzare e confermare la presenza della scuola barese di critica cinematografica, letteraria e teatrale, saranno le voci storiche a premiare gli elaborati più originali e pertinenti rispetto ai temi proposti e alle tecniche di scrittura. Gli elaborati sono stati forniti ai membri della Giuria in forma anonima. Presidente della Giuria è Mariolina Mazzoni Attolini che offre la borsa di studio di 300 euro ripartita in tre premi da 100 euro ciascuno. I giurati, invece, sono: Giandomenico Amendola, Gianni Attolini (scomparso recentemente), Raffaele Cavalluzzi, Pasquale Guaragnella, Oscar Iarussi ed Egidio Pani.


«Sono molto grata a tutte le giovani e i giovani che hanno partecipato alla I Edizione del Premio Internazionale di Critica Cinematografica dedicato a Vito Attolini - commenta Mariolina Mazzoni Attolini, presidente della giuria e sostenitrice del Premio -. Tutti i contributi in concorso mi sono sembrati meritevoli, il livello dei saggi e delle recensioni è stato molto alto. Sono davvero felice che le proposte fossero tutte in linea con i temi e le sezioni del bando e, soprattutto, che rappresentino e dimostrino il forte legame con il lavoro di ricerca di Vito Attolini. Vito è sempre stato un riferimento per i giovani, non si è mai negato e ha sempre stimolato l’incontro e la condivisione, questo Premio dimostra che è ancora così. Il 10 novembre 2021 si è spento Gianni Attolini, membro della Giuria, e il Premio diventa così occasione per ricordare anche lui assieme al fratello Vito e all’amico Alfonso Marrese che fondò proprio la Mediateca Regionale Pugliese di Bari. Nonostante il dolore per queste perdite, rimane la speranza di vedere giovani appassionati e colti continuare a seguire le loro orme».


Anna Maria Rizzi - responsabile PO, Coordinatore rapporti con Enti partecipati e Mediateca-Digital Library regionale - sottolinea: «La funzione di uno spazio culturale è quella di promuovere e diffondere la conoscenza dei saperi ad un pubblico più vasto possibile. La Mediateca Regionale, quale centro polifunzionale, ha posto in essere azioni che favoriscono il raggiungimento di tale obiettivo attraverso la collaborazione con Enti e Associazioni progettando e condividendo proposte culturali da offrire al territorio in modalità gratuita. È il caso della collaborazione con l’Associazione culturale Felici Molti proponente dell’iniziativa Premio internazionale di critica cinematografica Vito Attolini; un vero e proprio stimolo, oltre che un’opportunità per giovani studiosi e ricercatori sui temi legati alla cinematografia».


«Vito Attolini più che un critico cinematografico era un esegeta del Cinema - ricorda Simonetta Dellomonaco, Presidente Apulia Film Commission-. Un percorso di oltre 70 anni di attività come scrittore, organizzatore, animatore di circoli e manifestazioni dedicate alla settima arte con incursioni nel mondo medievale. Le sue raffinate, puntuali e profonde “recensioni/analisi” su La Gazzetta del Mezzogiorno, hanno orientato alla scoperta e alla lettura delle opere filmiche tante generazioni di lettori e appassionati di cinema. Molti giovani, poi, che oggi scrivono su prestigiosi quotidiani o riviste, avevano in Attolini un punto di riferimento. Ancora oggi a livello regionale e nazionale lo ricordano non solo per la sua passione e la sua professionalità, ma anche per essere stato un uomo colto e sempre disponibile a condividere una conoscenza mai superba, attenta al dettaglio come ai sentimenti e alle dispute che un film genera in noi e con gli altri. Questo Premio è l’esempio di come il film della vita di Attolini è diventato un “cult movie”».


Il Bando della II Edizione sarà attivo fino al 31 gennaio 2022. «Siamo lieti di poter premiare finalmente le vincitrici e il vincitore della I Edizione, quella del 2020 – conclude Irene Gianeselli –. Le scadenze sono state prorogate a causa della pandemia, di fatto il Premio è nato come risposta culturale alla necessità di non fermare il nostro piccolo Festival che non poteva più svolgersi in presenza: era fondamentale per noi conservare il senso della rassegna e dare ai giovani uno spazio altro per esprimersi e confrontarsi, non volevamo abbandonare la nostra piccola comunità nata attorno agli eventi di Conversazioni e, se possibile, volevamo rilanciare superando con questa iniziativa i confini regionali. È stata una risposta accolta con grande entusiasmo dai giovani critici e studiosi di Cinema di tutta Italia e dal 2021 esiste la categoria Over 35 istituita affinché i ricercatori più esperti concorrano tra loro. Questo ci era stato richiesto con accorate mail da alcuni studiosi e abbiamo voluto offrire a tutte e tutti una ulteriore occasione di incontro e di scambio culturale. Ci ha commosso vedere che un Premio nato per gli Under 35 sia diventato immediatamente un riferimento anche per gli Over 35. Ci auguriamo di ritrovare le cadenze annuali che avevamo pensato in principio: in primavera 2022 si concluderà la II Edizione e sarà subito disponibile il Bando della III che dovrà concludersi a dicembre 2022. Il 2022, tra l’altro, sarà un anno importante per Conversazioni – la letteratura è di scena e per Felici Molti, l’edizione è dedicata interamente a Pier Paolo Pasolini per celebrarne i cento anni dalla nascita con formule inedite e molto intense a partire dall’apporto didattico e sperimentale della bottega PPP - Progetti Poetici Permanenti. Proseguirà anche la collaborazione con la Digital Library della Mediateca Regionale Pugliese che, oltre alla testata Polytropon Magazine, accoglierà nel suo archivio i contributi delle vincitrici e dei vincitori e gli esiti del progetto Conversazioni».


In ottemperanza a quanto disposto dal Decreto Legge n. 105 del 23.07.2021, art. 3 per accedere alla Mediateca Regionale Pugliese e ai suoi servizi sarà obbligatorio esibire la Certificazione verde Covid-19 (Green Pass), in formato digitale o cartaceo oltre che al proprio documento di identità. Chi non risulterà provvisto di un certificato valido non potrà accedere all'evento. Saranno esclusi da tale obbligo i bambini e i ragazzi fino ai 12 anni d’età e le persone esentate dalla vaccinazione con certificato medico. Tali disposizioni saranno valide fino ad eventuale modifica/integrazione delle stesse. Per qualsiasi richiesta in merito alla prenotazioni risulta indispensabile inoltrare un’email alla casella di posta elettronica info@mediatecapuglia.it o usare il servizio di prenotazione disponibile all’indirizzo https://www.mediatecapuglia.it/prenota-il-tuo-posto-in-mediateca/